martedì 9 luglio 2013

con l'acca finale - il gigante e la bambina

 
esco per quei novanta chilometri di scarico, domenica si corre per la granfondo teramana
direzione pescara, lungomare grandi alberghi montesilvano, e ritorno
mi fermo sul lungomare pescarese che sono a corto di acqua, c’è una fontanella, stacco, i pedali, smonto dal sellino, bello dritto impugnando la merghy lì dove si uniscono le corna (la merghy sarebbe poi la bianchi 928 esselle, diminutivo di margaret touch-her, il nome che ho dato alla bici, ecco)
e lento mi avvicino
c’è una bimba che sta riempiendo una bottiglia di plastica da uno e cinque, griffata gazzosa guizza
si gira, mi guarda per un po’. è una zingarella, sui cinque-sei. sembra un po’ turbata e affascinata. in effetti, con ‘sta merghy scintillante, divisa scintillante, col sole estivo che fa i miei occhi di smeraldo, beh, insomma, caccia via
è che c’avrà cinque anni, forse sei. sciacqua la bottiglia, si gira, mi guarda, la riempie a metà, agita sciacqua svuota, si gira e mi guarda, poi ancora uguale…
bimba, ho sete.. posso prendere un po’ d’acqua?
no
ok
riempie la bottiglia a metà, agita sciacqua svuota, si gira e mi guarda
poi ancora uguale
bimba, fammi bere, ho sete
aspetta, dice
poi si sposta di lato e mi indica l’acqua che sgorga
riempio la borraccia, bevo un sorso, colmo di nuovo e poi dico grazie e giro per andarmene
lei mi dice
no! devi bere ancora
sorrido
mi spiace, ma devo andare
cerco di montare su la merghy, ma non ci arrivo
è altissima, non la reggo, mi cade, cado anch’io e mi sbuccio il ginocchio destro
ma questa è una bici da grandi, penso
la zingarella mi viene incontro, mi prende la mano e insieme ci incamminiamo verso via saragozza, sotto i portici
ma come ti chiami, tu?
mi dice il suo nome
con l’acca? con l’acca finale?
sì, dice la bimba zingarella
con l’acca finale
e dove stiamo andando?
al cinema. andiamo a vedere titanic. ti va?
sì, sì… certo, mi va, mi va...

2 commenti:

  1. Bello anche questo racconto magico, vekkio !

    RispondiElimina
  2. maggrazie ancora bufoski. me ne onoro un tot!

    RispondiElimina